La prima materia d’insegnamento: sicurezza sul lavoro

Dalla prima giornata, i tre nuovi apprendisti del gruppo Corti/Spleiss sanno che tutti i lavoratori sul cantiere possono dire «STOP» se non si sentono sicuri in un lavoro.

«Quale lavoro dobbiamo svolgere?», vogliono sapere i due apprendisti Andrea Agnelli e Simon Illitz dal loro capo muratore José Pedrosa. Dopo una breve spiegazione iniziano a fissare con colpi di martello le assi sui telai delle casserature. Entrambi sono abili con gli attrezzi. Illitz spiega che era abituato a lavorare sul cantiere già prima del suo apprendistato. «Ho lavorato per sei mesi con mio padre, che si è messo in proprio». Per questo motivo la fatica fisica non è più un problema per lui. Per Agnelli è diverso. Egli confessa che all'inizio dell'apprendistato, andava a letto ogni sera alle 20.30. «Prima, a scuola, stavo seduto tutto il giorno», spiega. L’attività fisica all’aperto gli piace. «Sto diventando sempre più agile e forte» dice orgoglioso. E anche manualmente sta diventando sempre più abile e il suo lavoro sul cantiere continua a migliorare. «All'inizio, non conoscevo molte cose» ammette. Aveva anche un po' paura di svolgere certe attività.

Joel Gräub, che sta svolgendo un apprendistato di muratore AFC presso la ditta Corti Bau e che è venuto per l’intervista al cantiere della ditta Spleiss a Zurigo-Seebach, annuisce, sintetizzando la sua esperienza: «L’abisso tra scuola e cantiere è enorme».

Due giorni speciali

Anche i responsabili del gruppo Corti/Spleiss sono consapevoli del fatto che i nuovi apprendisti non sono abituati a molte situazioni inerenti al cantiere. Per questo motivo gli apprendisti vengono accuratamente preparati per il loro primo giorno di lavoro all'aperto, sul cantiere. L'inizio è segnato da un corso sulla sicurezza sul lavoro di due giorni. Gli apprendisti imparano così le otto regole della Suva per l’edilizia, imparando come comportarsi e cosa devono evitare di fare. Il corso offre non solo la parte teorica, ma anche quella pratica, nell’ambito di un percorso da attraversare. Ciò che viene chiarito con gli studenti è che tutti i lavoratori di cantiere possono dire «STOP» in qualsiasi momento. Anna Liechti, responsabile della sicurezza sul lavoro SSL e QM della ditta Corti, spiega: «Gli apprendisti si confrontano ogni giorno con nuove attività e compiti durante la loro formazione. Spesso è difficile mantenere una visione d'insieme e riconoscere i pericoli. Questo è ciò a cui li prepariamo nel corso di due giorni. Ci possono sempre essere situazioni in cui gli apprendisti si sentono insicuri o in cui ci sono compiti che non osano svolgere. Spieghiamo loro che in questi casi possono dire ‘STOP’ e che tutti i lavoratori di cantiere devono comportarsi in questo modo». La signora Liechti spiega che dopo uno «STOP» la situazione dovrebbe essere discussa con il proprio superiore. «La sicurezza sul lavoro ha un ruolo importante nella nostra impresa», sottolinea Anna Liechti, «e garantisce che gli apprendisti siano particolarmente ben tutelati». Aggiunge: «Gli apprendisti devono sapere che non devono essere dei supereroi. Possono ascoltare il loro istinto e ammettere le loro paure». La signora Liechti spiega inoltre che gli allievi sono seguiti da capi muratori esperti. Gräub dice di aver già acquisito fiducia in sé stesso dall'inizio del suo apprendistato. «Oggi ho più fiducia in me stesso, ma naturalmente rispetto sempre la sicurezza sul lavoro e rimango concentrato».

Preparati al peggio

Tuttavia: malgrado tutta l’attenzione, un incidente può comunque accadere. «Se succede una cosa del genere, all'inizio tutti sono molto sorpresi e non sanno come comportarsi» dice Anna Liechti. Per questo motivo il soccorso d'emergenza fa parte del programma dei primi due giorni introduttivi. «In questo modo, gli apprendisti imparano a reagire e, nel caso di una situazione d’emergenza, sono in grado di affrontarla meglio» spiega la signora Liechti.

Con le due giornate introduttive, il tema della «Sicurezza sul lavoro» non è affatto concluso, presso il gruppo Corti/Spleiss. Gli apprendisti vengono continuamente formati in questo settore, anche perché il gruppo Corti/Spleiss pone grande attenzione alla sicurezza sul lavoro. Con la signora Liechti, l’azienda ha nel suo organico una specialista esperta. Lei conosce il lavoro sui cantieri edili grazie alla sua esperienza pratica. Prima di svolgere la sua formazione come esperta di sicurezza sul lavoro, ha lavorato come caposquadra.

UCSL-INFO sul tema «Primi soccorsi sul cantiere»

 

Chiunque può trovarsi in una situazione di emergenza ed avere bisogno di aiuto: l’UCSL-info «Primi soccorsi sul cantiere» serve proprio a questo, sensibilizzare i lavoratori e le aziende sul fatto che anche sui cantieri bisogna essere organizzati e preparati per questo tipo di situazioni.

 

In caso di arresto cardiaco agire tempestivamente è fondamentale: ogni minuto che passa senza un intervento riduce la possibilità di sopravvivenza del 10%. I servizi di soccorso riescono ad arrivare mediamente tra i 6-7 minuti, per questo le persone che si trovano sul posto dell'emergenza, se dispongono delle conoscenze di base in primo soccorso, possono fare veramente la differenza mantenendo in vita il paziente ed evitandogli danni a lungo termine.

 

Esemplari supplementari si possono richiedere online all’SBV-Shop (www.costruttori.ch/ucsl). Codice articolo: 1510341 (tedesco), 1510342 (francese), 1510343 (italiano), 1510344 (portoghese). L’UCSL-INFO è come sempre gratuito.

Autore: Susanna Vanek

Condividi questo articolo