Droni: il Tour d’horizon diventa un centro di comando

I cantieri moderni si affidano, tra le altre cose, ai droni. Ultimamentequesti non sono solamente delle apparecchiature di lavoro, ma anche delle attrezzature sportive. La Swiss Drone League«SDL», è in assoluto la prima lega svizzera che organizza gare di droni. Il campionato rappresenta la Formula E dei cieli. Il prossimo fine settimana si svolgerà una gara - dal Tour d'horizon della SSIC. Il Tour d'horizon si trova attualmente al Museo dei Trasporti svizzero di Lucerna.  Le corse di droni sono una disciplina sportiva nuove innovativa che abbina temi di attualità come gli eSport, la digitalizzazione e le esperienze di RV al fascino fisico delle corse sportive. Organizzando una grande varietà di gare in luoghi molto frequentati come fiere, stadi ed eventi di ogni genere, diffusi in tutta la Svizzera, la Swiss Drone League offre uno spettacolo unico per tutti gli spettatori. 

 

Nel 2020 la SDL è diventata il campionato svizzero ufficiale. Il campionato svizzero si svolge su incarico dell'Aeroclub e della Federazione Svizzera di Aeromodellismo. Ogni anno i primi 3 piloti del campionato e il più forte pilota degli Juniori vengono scelti per partecipare al campionato mondiale ufficiale - e naturalmente per rappresentare la Svizzera. 

 

I partecipanti non mancano. Oltre 70 piloti svizzeri e fino a 10 piloti di alto livello provenienti da altri paesi sono tra i concorrenti della Swiss Drone League. Tutti coloro a cui piace far volare i droni sono ammessi. Il pilota più giovane della SDL ha 13 anni, il più anziano ne ha 53. Si tratta quindi di uno sport di tendenza per giovani e meno giovani.   

 

Il futuro 

 

Nel Tour d'horizonla SSIC entra in dialogo con la popolazione svizzera. Desidera sapere come dovrebbe essere la Svizzera in futuro. È immaginabile che i droni un giorno possano assumere compiti importanti nella logistica. Probabilmente saranno utilizzati con maggiore frequenza anche sui cantieri, ad esempio nella misurazione.  Per una volta, tutti gli interessati hanno l’occasione di conoscere i droni da un lato giocoso. Le corse dei droni collegano il mondo virtuale con quello reale. I piloti guidano i loro droni, chiamati anche "Quadcopter", attraverso vari circuiti di gara. Si tratta di pilotare i mini elicotteri intorno agli ostacoli e di manovrarli attraverso delle porte illuminate a LED, chiamate «Gates». Il vincitore è colui che riesce a eseguire con successo il percorso e che ottiene il miglior tempo per ogni circuito.  Le immagini della telecamera della cabina di pilotaggio non vengono trasmesse solo agli occhiali del pilota, ma anche su grandi schermi. In questo modo, questa prospettiva viene mostrata anche agli spettatori. Chi osserva sul posto potrà così vedere la gara da diverse angolazioni. Sarà un'esperienza emozionante!  Le corse dei droni si svolgeranno il 22 e 23 agosto 2020 al Museo dei Trasporti svizzero di Lucerna. Il centro di comando sarà il Tour d'horizon della SSIC.   

Circa l'autore

pic

Susanna Vanek

redattrice «Giornale Svizzero degli Impresari-Costruttori»

svanek@baumeister.ch

Condividi questo articolo