Costruzione: possibilità di rimanere dopo l'apprendistato

Le crisi economiche colpiscono i giovani professionisti senza molta esperienza più duramente delle altre fasce d'età. Gli esperti stimano che un quarto degli apprendisti che hanno terminato quest'anno il tirocinio sia rimasto senza una soluzione di sbocco. La situazione nel settore principale della costruzione è molto diversa. Qui gli ex apprendisti di quest'anno possono già pianificare la loro carriera.

 

«Puoi restare?» Quest'anno, per molte/i apprendiste/i che hanno terminato il tirocinio, la risposta è «Purtroppo no». Gli esperti stimano che, a causa dell'impatto economico del coronavirus, circa un quarto dei giovani che quest'anno ha superato il processo di qualificazione non ha una soluzione di sbocco. Essi temono che ciò possa avere gravi conseguenze per le loro biografie professionali, perché allo stesso tempo il numero di posti vacanti pubblicizzati è diminuito di circa la metà. Questo ha persino spinto i politici ad agire.

Il 2 giugno 2020, il membro del Consiglio degli Stati PSS Daniel Jositsch ha presentato un postulato in cui chiede al Consiglio federale di esaminare e di fare rapporto su come si possono intensificare i provvedimenti inerenti al mercato del lavoro esistenti tramite dei periodi di pratica professionale nella gestione della crisi del coronavirus. Ciò in considerazione del fatto che per le ex apprendiste e gli ex apprendisti che non riescono a trovare un lavoro dopo la formazione esiste già oggi un provvedimento dell'assicurazione contro la disoccupazione inerente al mercato del lavoro tramite periodi di pratica professionale. Jositsch, come altri, teme che la disoccupazione giovanile in Svizzera possa aumentare massicciamente a causa del coronavirus.

Richiesta di professionisti

Dall'apprendistato alla disoccupazione - questo scenario non si verifica nel settore delle costruzioni. I giovani professionisti sono cordialmente benvenuti nel settore a causa della mancanza di manodopera qualificata e in genere hanno la possibilità di rimanere in azienda. «Solitamente offriamo un contratto di lavoro ai nostri apprendisti muratori che concludono il loro apprendistato con successo», racconta ad esempio Indira Arifi, responsabile del personale di Specogna Bau AG. «Ciò resta invariato anche quest'anno, nonostante il coronavirus».

La signora Arifi spiega che ai due titolari del CFP è stata data anche l'opportunità di aggiungere un apprendistato AFC. Inoltre dice: «Per i titolari dell’AFC la formazione continua è assolutamente da prendere in considerazione». Non solo teniamo gli ex apprendisti nella nostra impresa, ma vogliamo anche incoraggiarne la carriera. Se i giovani non sollevano l'argomento da sé, la signora Arifi manda loro dei volantini sulle opportunità di formazione continua. «In modo che valutino questa possibilità».

Indira Arifi precisa che ciò non significa che i responsabili delle imprese non temano le conseguenze del coronavirus. «È vero che nessuno sa come si evolverà la situazione dei mandati. Ma i nostri dipendenti sono il nostro capitale - e vogliamo che ciò rimanga immutato anche nei periodi di crisi. Ecco perché da noi i giovani professionisti impegnati hanno una buona opportunità».

Per concludere: un apprendistato nel settore della costruzione vale la pena. E ci sono ancora dei posti di apprendistato disponibili!

Autore: Susanna Vanek

Condividi questo articolo